Footer menù

Parafrasi canto 19 (XIX) del Purgatorio di Dante

Vattene adesso: non voglio che tu ti trattenga oltre accanto a me; perché
la tua presenza rende difficile il mio piangere, la mia espiazione, con
la quale faccio maturare il frutto (della beatitudine) del quale hai parlato.

Ho una nipote nel monto terreno, dei vivi, che si chiama Alagia,
buona, per sua natura, a meno che la nostra casata
non la renda malvagia con il suo cattivo esempio.

ed è la sola parente che mi è rimasta di là e che possa pregare per me.”

 < Parafrasi Canto 18Parafrasi Canto 20 >
Comments are closed.
contatore accessi web