Footer menù

Testo del canto 5 (V) dell’Inferno di Dante

la bocca mi basciò tutto tremante.
Galeotto fu ‘l libro e chi lo scrisse:
quel giorno più non vi leggemmo avante».

Mentre che l’uno spirto questo disse,
l’altro piangëa; sì che di pietade
io venni men così com’ io morisse.

E caddi come corpo morto cade.

Comments are closed.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore accessi web