Footer menù

Parafrasi canto 6 (VI) del Paradiso di Dante

Meravigliati dunque di quello che ti dirò adesso:
in seguito si recò a Gerusalemme insieme a Tito per vendicare
la vendetta che si era allora compiuta nei confronti del peccato originale.

E quando i Longobardi attaccarono
la Santa Chiesa, protetto dall’Aquila
Carlo Magno le venne in soccorso, sconfiggendoli.

A questo punto puoi meglio giudicare coloro che
ho prima accusato, i Guelfi ed i Ghibellini, ed anche i loro errori,
che sono la ragione di tutti i vostri mali attuali.

I Guelfi contrappongono all’insegna universale dell’Impero i gigli
d’oro degli Angioini, i Ghibellini invece se ne appropria,
rendendola simbolo di una fazione politica, così che è difficile dire chi dei due commetta l’errore più grave.

Compiano i Ghibellini le loro azioni
sotto un altro simbolo, perché ne è un cattivo seguace
colui che lo divide, divide l’Aquila, dalla giustizia;

e non si illuda di poterlo abbattere questo nuovo Carlo, II
d’Angiò, insieme ai suoi amici Guelfi, ma tema invece i suoi
artigli che domarono in passato sovrani ben più potenti di lui.

Già molte volte i figli hanno dovuto piangere, riparare
le colpe dei propri padri, e non ci si illuda che Dio si disposto
a cambiare la propria insegna con i gigli della casa di Francia!

Il cielo di questo piccolo pianeta, Mercurio, è adornato
dalle anime sante che in vita si sono impegnati affinché
l’onore e la fama sopravvivessero alla loro morte:

e quando i desideri umani sono rivolti verso questo intento,
deviando così dal sommo Bene, conseguenza inevitabile è che
lo slancio del vero Amore, che ci innalza al cielo, abbia meno vigore.

Ma in questa perfetta corrispondenza tra il premio ed il nostro
effettivo merito deriva una parte della nostra felicità, perché
non lo vediamo né superiore né inferiore alla giusta misura.

Con questa consapevolezza, la giustizia divina mitiga
tanto i nostri sentimenti che essi non possono
essere deviati verso nulla di diverso dalla felicità.

Così come voci di diversa qualità danno vita ad una musica
piacevole; allo stesso modo i diversi gradi di Beatitudine
presenti nel Paradiso producono una armonia concorde di sentimenti tra i diversi suoi cieli.

Ed all’interno di questo prezioso cielo
brilla la luce di Romeo, Romée de Villeneuve, la cui
considerevole e magnifica opera fu male giudicata.

Ma i signori della Provenza che lo perseguitarono non hanno
avuto poi da ridere; si vede quindi come percorra una strada
pericolosa chi reputa di avere ricevuto un danno dal bene compiuto da una altra persona.

Comments are closed.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore accessi web