Footer menù

Riassunto canto 3 (III) del poema Orlando Furioso

Pinabello, credendo che Bradamante fosse ormai morta, si allontana dalla caverna con il cavallo di lei.

Bradamante invece si riprende, ed ancora stordita, entra attraverso una apertura nella roccia in una caverna molto ampia, simile ad una chiesa e con al centro un’altare.
Entra nella stessa caverna anche un’altra donna, chiama Bradamante per nome, le dice di trovarsi nella tomba del mago Merlino e che le era stata annunciata la sua venuta dallo stesso mago, la cui voce può essere ancora ascoltata in quella caverna.
La maga Melissa conduce la donna verso il sepolcro e subito lo spirito vivo del mago si rivolge a lei profetizzando il suo matrimonio con Ruggiero, nonostante gli interventi del mago Atlante, e quindi la gloria a cui saranno destinati tutti i loro discendenti.

Melissa conduce quindi Bradamante nella caverna allestita a Chiesa, la pone in un cerchio ed evoca degli spiriti per assumere le sembianza della suoi illustri eredi, dei quali intende tessere le lodi delle loro future azioni.
Il primo di cui parla è Ruggierino, loro primo figlio, per arrivare fino al Cardinale Ippolito, che rispetto agli altri, parole della maga, darà a tutta la loro stirpe più lustro di quanto lo splendore che il sole dà al mondo è maggiore rispetto a quello dato dalla luna e da qualunque altra stella.

La maga Melissa interrompe quindi l’incantesimo e gli spiriti svaniscono.
Bradamante aveva però notato due spiriti che camminavano mesti e venivano quasi evitati dagli altri. Si tratta di Ferrante e Giulio d’Este che congiurarono contro Alfonso I ed Ippolito e furono per questo condannati.
La maga Melissa preferisce non fare alcun riferimento a loro, per non amareggiarla inutilmente e non macchiare le così tante dolci cose di cui può gioire.

Melissa promette a Bradamante di condurla fuori dal bosco e di indirizzarla poi verso il castello di Atlante, dove Ruggiero è tenuto prigioniero.
Durante il viaggio la maga sollecita Bradamante a correre in soccorso del suo amato e la mette in guardia contro il suo cavallo alato, contro l’inespugnabile fortezza, ma soprattutto contro lo scudo incantato, capace di abbagliare le persone fino a farle svenire.
Le dice che il barone Brunello ha ricevuto dal suo re Agramante un anello magico, in grado di annullare ogni incantesimo, ed il compito di andare a salvare Ruggiero. Ma perchè l’amato non venga a trovarsi poi in debito e riconoscente verso il re Agramante, ma lo sia invece verso Bradamante, la maga indirizza la donna verso un ostello al quale arriverà anche il barone Brunello.
Parlando di incantesimi e di quanto vorrebbe avere avere tra le mani Atlante, dovrà convincere Brunello a portarla con sé ed una volta arrivata al castello dovrà ucciderlo senza pietà, prima che lui possa infilarsi in bocca l’anello e scomparire.

Le due donne si separano, Bradamante si incammina, raggiunge l’albergo e conosce Brunello. I due stavano un giorno conversando insieme, quando un rumore forte giunge alle loro orecchie.

 < Riassunto capitolo 2 Riassunto capitolo 4 >
No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore visite gratis
Segui la nostra pagina Facebook : se orlandofurioso.com ti è piaciuto, condividi l'esperienza!