Footer menù

Parafrasi COMPLETA canto 4 (IV) del poema Orlando Furioso

20
Qualunque altra cosa del mago era finzione; che faceva
vedere una cosa per un’altra, il rosso al posto del giallo:
ma con Bradamante non gli servì però a nulla;
poiché, grazie all’anello, non può essere inganata.
Nonostante ciò, lei sferra parecchi colpi a vuoto, finge di
combattere, e spinge in giro il proprio cavallo;
e si dibatte e si affatica tutta,
come le era stato spiegato prima di giungere in quel posto.

21
E dopo essersi esercita a lungo in questa finzione
a cavallo, volle anche smontare e continuare a piedi,
per poter meglio portare a compimento ciò su cui
l’attenta maga Melissa l’aveva istruita.
Il mago si avvicinò per fare il suo ultimo incantesimo;
poiché né sa né crede possibile che sia stata fatta una difesa;
scopre il proprio scudo, e ritiene cosa certa
che lei cada a terra a causa del suo bagliore incantato.

22
Avrebbe anche potuto scoprirlo subito,
senza dover controllare le mosse dei cavalieri;
ma gli piaceva stare a guardare qualche bel colpo
dato con la lancia o dal roteare di una spada:
così come si può vedere a volte che all’astuto gatto
piace scherzare con il topo per piacere;
e quando quel piacere gli va a noia,
gli dà un morso ed alla fine lo vuole vedere morto.

23
Dico che il mago somigliava al gatto, e gli altri
somigliavano al topo nelle precedenti battaglie;
ma questa somiglianza non c’era stata quando,
con l’anello, Bradamante si era fatta avanti per sfidarlo.
Stava attenta e concetrata nel fare tutto ciò che era necessario
affinché il mago non si potesse avvantaggiare nei suoi confronti;
e non appena vide che il mago aveva scoperto lo scudo,
chiuse subito gli occhio, e si lasciò cadere sul posto.

24
Non perché il forte bagliore generato dal lucido metallo
le avesse fatto male, come era invece solito fare agli altri;
ma si lasciò cadere così che da cavallo scendesse
ed andasse verso di lei il mago, non efficace nell’occasione:
nessuna parte del piano di lei andò storto;
perché non appena Bradamante appoggiò a terra la propria testa,
dopo aver aumentato il moto delle ali,
il cavallo alato atterrò infine seguendo ampie spire.

25
Il mago lascia quindi fissato all’arcione lo scudo, che già
aveva comperto con il telo, e proseguendo a piedi si avvicina
alla donna che, come il lupo nascosto
nella boscaglia fa con il capriolo, lo attende.
senza aspettare oltre, Bradamante si alza in piedi non appena
lo ha vicino, e lo afferra tenendolo saldamente.
Quel povero uomo aveva lasciato in terra
il libro degli incantesimi, che facevano la guerra per lui:

26
veniva correndo incontro alla donna con in mano una catena,
che aveva l’abitudine di portare in vita per farne simile uso;
perché credeva di porterla legare,
come in precedenza era solito fare con gli altri avversari.
La donna l’aveva però subito buttato a terra:
se lui non si riuscì a difendere, io lo scuso facilmente;
perché era troppa la differenza di forza
tra un debole vecchio e le, invece, tanto potente.

27
Pensando di staccargli la testa dal collo, Bradamante
alza velocemente al cielo la mano vittoriosa;
ma dopo aver visto il volto di lui, subito trattiene il colpo,
quasi disprezzando una così vile vendetta;
un rispettabile vecchio con una faccia triste
lei vede essere colui che ha appena messo alle strette,
un vecchio che dal viso rugoso e dalla barba bianca
dimostra di avere una età di settanta anni o poco meno.

28
“Toglimi la vita, tu giovane, per Dio”
diceva il vecchio mago, pieno di ira e di dispiacere;
ma il cuore di lei era invece tanto restio ad ucciderlo,
quanto desirava al contrario di lasciarlo in vita.
Alla donna venne il desiderio di sapere
quale fosse il nome del mago, e per quale motivo
avesse costruito in quel luogo selvaggio
il castello di acciaio, e perché recasse danno a tutti.

29
“Non spinto da intenzioni malvagie, povero me!
(disse tra le lacrime il vecchio mago)
ho costruito questo cascello in cima al sasso,
e nemmeno mi comporto da ladro perché sono avido;
ma faccio tutto ciò solo per riuscire a sottrarre alla morte
un nobile cavaliere, e l’amore che ha mosso le mie azioni,
perché, come il cielo mi ha mostrato, in breve tempo verrà ucciso
a tradimento dopo essersi convertito al cristianesimo.

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore accessi web