Footer menù

Parafrasi canto 9 (IX) del poema Orlando Furioso

Parafrasi del Canto 9 (IX) del poema Orlando Furioso – Il paladino Orlando è alla disperata ricerca dell’amata Angelica; durante il suo viaggio giunge ad Anversa ed accetta di soccorrere Olimpia, figlia del conte d’Olanda, alla quale il re di Frisia Cimosco aveva impedito di sposare l’amato Bireno.

Leggi il testo del canto 9 (IX) del poema Orlando Furioso

1
Cosa non riesce a fare ad un cuore a lui assoggettato
l’amore crudele e traditore,
dato che ad Orlando riuscì a togliere dal petto
la tanta fedeltà che avrebbe dovuto dimostrare a Dio?
Fu saggio e pieno di rispetto,
e della santa chiesa fu il difensore;
ora per un amore vano, poca dello zio Carlo,
poca di sé stesso e meno ancora di Dio ha cura.

2
Ma io purtroppo lo scuso del suo atteggiamento, e mi rallegro
anche di avere in comune con lui un tale difetto;
poiché anche io sono debole e malato nel badare al bene di me stesso,
sano e vigoroso ad perseguire invece il mio male.
Orlando se ne và tutto vestito da saraceno,
senza che gli importi di abbandonare tanti amici,
ed attraversa il luogo dove, dall’Africa e dalla Spagna,
la gente si era accampata in aperta campagna.

3
Anzi, non proprio accampata, perché sotto
gli alberi ed tetti la pioggia li ha sparsi
un da ogni parte in piccoli gruppi;
c’è chi alloggia più di stante e chi più vicino all’accampamento.
Ognuno dorme affranto dalla fatica:
chi steso per terra e chi in piedi appoggiato ad una mano.
Dormono ed il conte ne potrebbe uccidere molti,
Orlando non mette però mai mano alla sua spada (Durindana).

4
Il generoso Orlando ha talmente tanto animo nobile
che prende nemmeno in considerazione l’uccidere persone addormentate.
Ora questo ed ora quel luogo ispeziona,
per trovare un indizio del passaggio della sua donna.
Se incontra qualcuno sveglio, sospirando
gli descrivi gli abiti e l’aspetto di Angelica;
e poi chi chiede che per cortesia
gli indichi la direzione dove poterla trovare.

5
Giunse infine il giorno chiaro e lucente,
fece ricerche per tutto l’esercito saraceno:
facilmente lo poteva sicuramente fare
perché addosso aveva abiti arabi.
Lo aiuto in questo in ugual misura,
il fatto di conoscere altra lingue oltre al francese
ed il saper parlare, in particolare, l’africano tanto speditamente
che sembra essere originario di Tripoli.

6
In quel luogo cercò dappertutto, ne fece la sua dimora
per tre interi giorni, con il solo scopo di ritrovare Angelica.
Poi dentro alle città e fuori nei villaggi sperduti
non solo esplorò tutte le regioni della Francia nei dintorni di Parigi,
ma anche l’Uvernia ed anche la Guascogna
fino all’ultimo sperduto villaggio;
e cercò dalla Provenza, alla Bretagna
e dai Pirenei, fino ai confini della Spagna.

7
Tra la fine di Ottobre e l’inizio di Novembre,
nella stagione invernale, nella quale il vestito di foglie
vede essersi rimosso ed i rami essersi scoperti,
la tremante pianta, fino al punto da rimanere nuda,
e gli uccelli insieme migrano, vanno per cielo,
Orlando iniziò l’amorosa ricerca
e non l’abbandonò per tutto il successivo inverno
e nemmeno la trascurò in primavera.

8
Un giorno, passando, come era ormai solito,
di paese in paese, arrivò dove
i Normanni vengono separati dai Bretoni da un fiume, il Quesnon,
che va verso il vicino tranquillo mare,
scorrendo gonfio e bianco di schiuma
per la vene sciolta e le piogge di montagna;
e la forza dell’acqua aveva distrutto completamente
e trascinato con sé il ponte, impedendo quindi il suo attraversamento.

9
Con gli occhi cerca da uno e dall’altro lato
Orlando, lungo le rive, per poter vedere
(non essendo né un pesce né un uccello)
il modo di poter mettere piede dall’altra parte del fiume.
Alla fine vede che un battello gli viene incontro,
alla cui poppa siede una fanciulla,
la quale fa segno ad Orlando di voler proprio arrivare dove lui si trova,
senza neanche aspettare che il battello arrivi a terra.

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore visite gratis
Segui la nostra pagina Facebook : se orlandofurioso.com ti è piaciuto, condividi l'esperienza!