Footer menù

MURDER, SHE BAKED di Diego Tonini

Murder, she bakedTitolo: Murder, she baked
Autore: Diego Tonini
Genere: Horror, Racconti
Pagine: 34
Acquista ora su AMAZON.it

In breve:
Non conosceva quel quartiere, cartelli e insegne non le dicevano nulla, ma preferiva usare i mezzi pubblici, camminare e orientarsi con la cartina piuttosto che farsi guidare da un GPS.
Altrimenti non imparerò mai le strade si diceva sempre, anche se lì, in quel momento, con l’ansia di arrivare in ritardo che l’attanagliava, rimpiangeva di non aver scelto la via semplice e preso un taxi.
Stava quasi per tornarsene a casa e dire a Rita che non aveva trovato il negozio, cosa che lei avrebbe sicuramente interpretato come una patetica scusa, quando la vide dall’altra parte della strada:
un’insegna rosa, con la scritta bianca, in un corsivo tondeggiante e vagamente infantile: “Pink Bon Bon.”

bene, alla fine l’ho trovato pensò, adesso non ho più scuse. Controllò che non arrivassero auto e attraversò di corsa.
«È permesso?»
Il campanello sopra la porta trillò mentre si infilava nella stanza vuota e silenziosa. Fece qualche passo e si avvicinò al bancone, dove una dozzina di utensili in plastica colorata erano disposti ordinatamente in fila.
«C’è nessuno?»
Sfiorò con la mano gli attrezzi, oggettini dalle punte arrotondate che la facevano pensare alle possibili relazioni tra Hello Kitty e una camera operatoria.
Una testa bionda e sorridente comparve da una finestrella dietro al bancone e disse:
«Buongiorno, un secondino e sarò da lei» poi sparì lasciando una scia al profumo di zucchero filato.

Il libro:
Lisa è appena arrivata in città, ospite della sua amica Rita. Non ha un lavoro, non conosce ancora nessuno e passa le sue giornata ciondolando pigramente per casa, sospirando insoddisfatta. Di fronte all’ennesimo tentativo della coinquilina di farla uscire dal guscio, Lisa accetta di iscriversi ad un corso di cake design: un’ottima opportunità per passare del tempo insieme ad altre persone e farsi magari qualche nuova amica.

Non ne è molto convinta, è una forzatura: il corso non le interessa, ma riconosce che è giunto inevitabilmente il momento di darsi una scossa e vuole iniziare a rimettersi in gioco partendo da questo. Già dal primo incontro con Barbie, la patinatissima proprietaria della pasticceria Pink Bon Bon, Lisa inizierà però a sentire una attrazione morbosa per l’insegnante che la avvolgerà nel suo turbine fino a farle dedicare tutta se stessa al corso, trascurando l’amicizia con Rita, sacrificando la propria vita privata… e qualcosa di più.

Dietro al suo perfetto aspetto zuccheroso da moglie perfetta anni cinquanta, Barbie nasconde infatti un macabro segreto che Lisa scoprirà a sue spese…

Diego Tonini propone un racconto horror a tinte pastello molto piacevole da leggere: tra prelibati dolcetti e raccapriccianti scoperte, il gusto della crema al burro si mischia a quello dolciastro del sangue e l’odore dei biscotti si fonde con quello della morte.

Murder, she baked è il primo esperimento letterario di un aspirante scrittore. Che dire… buona la prima!

ACQUISTALO ADESSO!

,

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore visite gratis
Segui la nostra pagina Facebook : se orlandofurioso.com ti è piaciuto, condividi l'esperienza!