Footer menù

Parafrasi canto 24 (XXIV) del Paradiso di Dante

attraverso Mosè, i profeti, i salmi,
il vangelo, e voi che scriveste
dopo che lo Spirito Santo luminoso vi rese santi.

E credo nelle tre persone eterne (trinità) e ritengo
queste un’essenza sia una sia trina,
che sopporta e che ammette insieme il singolare ed il plurale.

Da questa misteriosa condizione divina
che io ora ho affrontato, la mente mi imprime
più volte l’evangelica dottrina.

Questo punto è il principio, questa è la scintilla
che si espande poi in fiamma vivace,
e mi illumina come una stella del cielo”.

Come il padrone che ascolta ciò che lo aggrada,
e di conseguenza abbraccia il servo, rallegrandosi
per la notizia, non appena finisce di parlare;

così cantando e benedicendomi,
mi strinse tre volte, appena io tacqui,
la luce apostolica per ordine del quale

io avevo parlato finora; tanto gli piacquero le mie risposte!

 < Parafrasi Canto 23 Parafrasi Canto 25 >
No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore accessi web