Footer menù

Parafrasi COMPLETA canto 12 (XII) del poema Orlando Furioso

20
La medesima voce, una persona
che era sembrata Angelica ad Orlando,
sembrò ora a Ruggiero essere Bradamante,
della quale era lui innamorato (che lo faceva sentire fuori di sé).
Se discutesse con re Gradasso, o con altra persona
di quelle che andavano vagando per il palazzo,
a ciascuno sarebbe sembrata essere
ciò che più ciascuno ambisce e desidera avere per sé.

21
Questo era un incantesimo nuovo e poco usato,
che aveva creato il mago Atlante di Carena
affinché Ruggiero fosse stato tenuto occupato tanto
in quell’affanno, in quella dolce punizione,
finché fosse vanificato l’influsso maligno degli astri
che l’aveva condannato a morire giovane.
Dopo il castello d’acciaio, che a nulla è servito,
e dopo Alcina, Atlante tenta un nuovo incantesimo.

22
Non solo costui, ma anche tutti gli altri
che per valore hanno per tutta la Francia una grande fama,
affinché per loro mano Ruggiero non muoia,
Atlante aspira a condurre in questo castello incantato.
E mentre loro alloggiano in quel luogo,
affinché non possano patire la fame,
aveva così bene fornito il palazzo di tutto ciò che era necessario
che sia le donne che i cavalieri vi dimorano completamente a loro agio.

23
Ma torniamo da Angelica, che con sé
avendo portato quell’anello molto speciale,
che la rende invisibile quanto viene tenuto in bocca,
ed al dito la protegge da ogni incantesimo;
ed avendo trovato, nella conca della montagna,
cibo, una cavalla, vestiti e quanto altro
aveva bisogno, aveva ora deciso
di ritornare in India al suo bel regno.

24
Volentieri Orlando o Sacripante
avrebbe voluto al suo fianco: lei non
aveva voluto più bene a l’uno o all’altro dei due suoi amanti,
allo stesso modo, anzi, si era opposto ai loro desideri.
Ma dovendo, per tornare in Oriente,
attraversare tante città, tanti castelli,
aveva bisogno di compagnia e di una giuda,
e solo con Orlando e Sacripante poteva avere la più fidata compagnia.

25
Continuò a cercare ora l’uno ed ora l’altro
prima di riuscire a trovare un indizio o una loro traccia,
a volte in città, a volte in ville, altre volte
in alti boschi ed a volte ancora in tutt’altri luoghi.
La fortuna infine la inviò là dove il conte Orlando,
Ferraù e Sacripante si trovavano
insieme a Ruggiero, re Gradasso e molti altri ancora
che il mago Atlante aveva imprigionato in uno strano incantesimo.

26
Entra nel castello, invisibile agli occhi del mago,
e gira dappertutto, nascosta dall’anello.
Incontra Orlando e Sacripante che vagano
nel tentativo invano di trovarla in quel palazzo.
Vede come, simulando con l’incantesimo la sua immagine,
Atlante inganni l’uno e l’altro.
Chi di loro due debba prendere come guida (per tornare in Oriente)
valuta molto nei suoi pensieri senza riuscire a decidersi.

27
Non riesce a valutare chi dei sua sia il meglio per lei,
Il conte Orlando o Sacripante.
Orlando la potrà con più valore
proteggere nei punti più pericolosi del cammino:
ma se lo farà sua guida, lo farà anche suo signore;
non riesce quindi a vedere come potrà poi togliergli la signoria,
non appena, non più utile, vorrà poi
sminuirne l’importanza o rimandarlo in Francia (liberarsi di lui).

28
Al contrario, quando più le piaccia, valuta
di potersi liberare facilmente da Sacripante, agendo nel giusto modo.
Questa sola ragione fa sì che lei decida di scegliere Sacripante
come sua scorta e di mostrare a lui la sua fiducia ed il suo affetto.
Angelica si toglie l’anello dalla bocca, e dalla sua faccia
levò quindi quel velo che la rendeva invisibile a Sacripante.
Pensò di potersi mostrare a lui solo, accadde invece
che sia Orlando che Ferrù sopraggiunsero in quel momento.

29
Giunsero Ferraù ed Orlando,
che allo steso modo avevano girato,
sopra e sotto, fuori e dentro, alla ricerca
all’intero del palazzo di lei, che era la donna da loro amata ed adorata.
Corsero tutti insieme verso Angelica, dal momento che
nessun incantesimo poteva ora impedirglielo,
perché l’anello che la donna si mise alla mano,
rese vano ogni tentativo di incantesimo da parte di Atlante.

2 Responses to Parafrasi COMPLETA canto 12 (XII) del poema Orlando Furioso

  1. Carlo Novembre 18, 2014 at 4:47 pm #

    Incomprensibili alcune parti,

    • OrlandoFurioso Novembre 24, 2014 at 4:59 pm #

      Rivisto tutto il canto! 😉

contatore accessi web