Footer menù

Parafrasi canto 31 (XXXI) del Purgatorio di Dante

Per grazia verso di lui, fai a noi la grazia di mostrare
a lui la tua bocca, così che possa vedere chiaramente
la seconda bellezza che adesso tieni nascosta con un velo.”

Oh splendore dell’eterna luce divina,
quale vero poeta, colui è divenuto pallido in viso stando all’ombra
del monte Parnaso o che ha bevuto dalla sua fonte Castalia,

non potrebbe che mostrarsi incapace
di descriverti come mi sei apparsa allora,
là dove prendi forma grazie all’armoniosa bellezza del Cielo,

quando all’aria aperta ti sei liberata del velo?

 < Parafrasi Canto 30 Parafrasi Canto 32 >
Comments are closed.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore accessi web