Footer menù

Parafrasi canto 9 (IX) del Purgatorio di Dante

la porta non fu più dura e stridente nell’aprirsi
di quella di Tarpea, quando fu sconfitto il suo valoroso
difensore Cecilio Metello, e restò poi priva del suo tesoro.

Rivolsi allora la mia attenzione al primo suono proveniente dall’interno,
e l’inno ‘Te Deum’ mi sembrò di sentire cantato
da delle voci di anime miste ad una melodiosa musica.

Una tale sensazione provai in quel momento per
ciò che udivo, quale si può provare
quando si canta accompagnati da un organo;

che le parole si comprendono solo a tratti.

 < Parafrasi Canto 8Parafrasi Canto 10 >
Comments are closed.
contatore accessi web