Footer menù

Parafrasi canto 12 (XII) del Paradiso di Dante

Qui con loro ci sono anche Ugo di San Vittore,
Pietro Mangiatore e Pietro Ispano, la cui fama
risplende ancora nei dodici libri delle ‘Summulae logicales’;

il profeta Natan ed il vescovo di Costantinopoli
Giovanni Crisostomo, Anselmo d’Aosta e quel Donato
che si occupò della prima delle arti liberali, la grammatica.

C’è qui Rabano Mauro, e risplende al mio fianco
l’abate calabrese Gioacchino da Fiore,
dotato di spirito profetico.

Ad elogiare un così grande paladino della fede
mi spinse l’ardente cortesia
di San Tommaso ed il suo sapiente discorso;

che seppe accendere di gioia anche queste anime che sono in mia compagnia.

 < Parafrasi Canto 11Parafrasi Canto 13 >
Comments are closed.
contatore accessi web