Footer menù

La trama del poema Orlando Furioso

Nel frattempo il cavaliere Mandricardo lascia l’esercito saraceno per trovare Orlando e potersi confrontare con lui. Presso ad un fiume, il saraceno fa prigioniera Doralice, promessa sposa del saraceno Rodomonte, e tra i due si scatena la passione.

A Parigi i saraceni iniziano l’assedio della città. Re Carlo è privo dei suoi più valorosi cavalieri e fatica a difendersi. Rodomonte penetra nelle mura e fa strage di cristiani. Arrivano appena in tempo gli aiuti portati da Rinaldo; la sconfitta viene evitata e sono ora i saraceni a doversi rifugiare nel loro accampamento.
Venuto a sapere che Mandricardo ha fatto prigioniera l’amata Doralice, Rodomonte lascia Parigi e corre all’inseguimento del rivale. Rinaldo nel frattempo uccide Dardinello.

Lasciato il regno di Logistilla, Astolfo giunge in Africa e continua il suo viaggio a cavallo. Sconfitto il gigante Caligorante ed ucciso il ladrone invulnerabile Orrilo, il paladino si unisce a Grifone, Aquilante, Sansonetto e Marfisa (terribile guerriera) e si imbarca con loro per fare ritorno in Europa. Un tempesta improvvisa li obbliga però ad approdare alla città delle donne omicide ed i cavalieri vengono fatti prigionieri. La comitiva incontra così Guidon Selvaggio, parente di Orlando, e grazie al suo aiuto riesce a scappare: Astolfo prosegue per terra e gli altri per mare.
Giunti infine in Europa, Aquilante, Grifone, Sansonetto e Guidon proseguono insieme il loro viaggio ma vengono catturati da Pinabello di Maganza. Marfisa procede invece oltre da sola in cerca di avventure.

Nell’accampamento saraceno nei pressi di Parigi, Medoro (umile ma bellissimo fante) e Cloridano piangono la morte di Dardinello e decidono di approfittare dell’oscurità per raggiungere il campo di battaglia e seppellire il loro amato padrone. Un gruppo di cavalieri cristiani si accorge però della loro presenza: Cloridano muore mentre Medoro riporta delle gravi ferite. Angelica incontra Medoro e se ne innamora perdutamente. La ragazza si prende cura del ragazzo nella casa di un pastore e poi lo sposa. I due partono quindi insieme per raggiungere la Spagna ed imbarcarsi per l’oriente.

Anche Astolfo giunge infine in Europa e viene fatto prigioniero da Atlante nel suo castello incantato. Grazie all’aiuto del suo corno magico, il cui orribile suono fa scappare tutti terrorizzati, il paladino riesce però ad annullare l’incantesimo del mago ed a liberare tutti i prigionieri. Astolfo entra così in possesso anche del cavallo alato Ippogrifo ed inizia il suo lungo viaggio per cielo.

Bradamante e Ruggiero, liberati dal castello, possono finalmente riabbracciarsi e decidono subito di procedere al battesimo di lui e quindi di sposarsi. Vengono però raggiunti da una donna che chiede loro aiuto per salvare la vita ad un ragazzo condannato a morte dal re spagnolo Marsilio per avere amoreggiato con la figlia. Bradamante è molto scossa dalla notizia (si tratta del fratello Ricciardetto). I due cavalieri decidono di accettare l’incarico e cambiano pertanto itinerario. Giunti nei pressi del palazzo di Pinabello, Ruggiero è costretto a combattere contro Grifone, Aquilante, Sansonetto e Guidon Selvaggio, catturati da Pinabello e costretti da lui a scontrarsi contro ogni estraneo. Grazie all’aiuto di uno scudo incantato, in grado di abbagliare gli avversari, il saraceno ha la meglio e può proseguire il viaggio. Bradamante ha però nel frattempo riconosciuto Pinabello e dopo averlo inseguito nel bosco, perdendosi, lo uccide. La donna vaga da sola in cerca dell’amato, giunge a Montalbano ed è costretta a fermarsi dai suoi parenti. Incarica quindi Ippalca di informare Ruggiero e di riconsegnargli il suo cavallo Frontino. La ragazza incontra però Rodomonte ed il cavaliere saraceno le sottrae il destriero.

Zerbino giunge sul posto dove Bradamante ha ucciso Pinabello ed a causa di una vecchia traditrice viene incolpato dell’omicidio e condannato a morte. Giunge però Orlando in compagnia di Isabella e subito libera il prigioniero, che può così riabbracciare la sua amata. Arriva sul posto anche Mandricardo ed inizia con Orlando un violento scontro, interrotto solo dal cavallo del saraceno che, impaurito, scappa portandosi dietro il padrone. Orlando riprende il proprio viaggio alla ricerca di Angelica e giunge infine proprio nei luoghi dove la donna e Medoro avevano dato sfogo alla loro passione. Il paladino viene travolto dalla follia: getta le armi, abbandona il cavallo, si spoglia delle vesti ed inizia a fare strage di chiunque e di qualunque cosa gli capiti a tiro.

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore visite gratis
Segui la nostra pagina Facebook : se orlandofurioso.com ti è piaciuto, condividi l'esperienza!