Footer menù

Parafrasi COMPLETA canto 2 (II) del poema Orlando Furioso

30
Il vento spietato spinge ora a poppa ed ora a prua,
senza mai cessare, ma, anzi, aumentando di intensità di ora in ora:
con le vele minori, da una parte e dall’altra
vanno tutt’intorno, puntando il largo.
Ma poiché varie file per varie tele, trame,
sono necessarie, e le voglio tutte tessere,
lascio ora Rinaldo sulla prua agitata della nave
per tornare a raccontare della sua Bradamante.

31
Parlo di quella famosa donzella
che lasciò a terra, sconfitto, il re Sacripante,
degna sorella di Rinaldo,
figlia di Beatrice e del duca Amone.
La grande forza ed il molto coraggio di Bradamante,
non fu apprezzato da re Carlo e da tutta la Francia
(avendone avuto più di una prova certa),
meno di quanto fu lodato il valore in combattimento del prode Rinaldo.

32
La donna fu amata da un cavaliere, Ruggiero,
giunto dall’Africa con il re Agramante,
figlio del re Ruggiero II e
della disperata Galaciella, figlia di Agolante:
Bradamante, che non era selvaggia né
feroce, non disdegnò Ruggiero come amante;
benché la Fortuna non abbia concesso loro di
vedersi e parlarsi per più di una volta.

33
Andava quindi Bradamante alla ricerca dell’uomo
amato, che aveva lo stesso nome del proprio padre,
sicura, senza compagnia,
come se avesse avuto a sua protezione mille battaglioni:
e dopo che ebbe fatto a Sacripante
sbattere il volto a terra,
attraversò il bosco, e dopo il bosco un monte,
finché raggiunse un grazioso torrente.

34
Il ruscello scorreva in mezzo ad un prato,
adornato di alberi secolari e di bei luoghi in ombra,
e, con il gradevole mormorio, i viandanti
invita ad abbeverarsi ed a soffermarsi presso di sé:
un monticello ricco di vegetazione, sul lato sinistro,
lo difende dal calore del sole di mezzogiorno.
Lì, non appena Bradamante volse i propri begli occhi a guardare la fonte,
subito si accorse della presenza di un cavaliere;

35
di un cavaliere che all’ombra di un boschetto,
dal contorno verde, giallo, rosso e giallo,
sedeva assorto dai propri pensieri, solitario e silenzioso,
sulla riva di quella chiara e limpida acqua cristallina.
Lo scudo e l’elmo del cavaliere pendono poco lontano
da un faggio, dove era stato legato il cavallo;
il cavaliere aveva gli occhi bagnati di lacrime, la testa bassa,
e si mostrava addolorato ed abbattuto.

36
Questo desiderio, che sta nel cuore di tutti,
di volere sempre informazioni riguardo ai fatti di interesse altrui,
il motivo del dolore di quel cavaliere
fece domandare alla donzella.
Lui svelò la ragione del proprio dolore,
spinto dal modo di parlare cortese di lei,
e dalle sue sembianze altezzose, che al primo sguardo
gli parvero di guerriero molto valoroso.

37
Incominciò quindi a raccontare: “Signora, conducevo
fanti e cavalieri ed ero diretto là
dove Carlo attendeva Marsilio
per opporre resistenza alla sua discesa dai colli di Montalbano;
avevo con me una bella ragazza,
per amore della quale ora ardo in petto:
nei pressi di Rodonna incontrai un cavaliere armato (mago Atlante)
il sella ad un grande destriero alato.

38
Non appena il ladro, persona mortale oppure
una delle orrende anime dell’inferno,
vide la mia bella e tanto cara donna;
come un falcone che, per afferrare la preda, scende dal cielo,
in un attimo scende a terra e risale in cielo, e nel movimento
allunga le mani e rapisce la mia amata, colta di sorpresa.
Non mi ero ancora neanche reso conto dell’assalto,
che subito sento le grida della donna provenire dal cielo.

39
Così come  il rapace nibbio e solito sottrarre
il povero pulcino alla chioccia,
che poi si addolora per la propria disattenzione,
ed invano grida e crocchia dietro al nibbio.
Allo stesso modo io non posso inseguire un uomo capace di volare,
chiuso tra monti, ai piedi di una ripida roccia:
il mio destriero è stanco, a fatica mette una zampa davanti all’altra
lungo gli aspri sentieri delle faticose rocce.

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore accessi web