Footer menù

Parafrasi COMPLETA canto 2 (II) del poema Orlando Furioso

10
Ecco ora Rinaldo abbattersi addosso
a Sacripante con la propria spada;
l’altro si difende con lo scudo, di osso e
con la piastra in acciaio temprato e di buona fattura.
La spada di Rinaldo, Fusberta, lo taglia in due, nonostante le dimensioni:
la foresta rimbomba e risuona per il colpo.
L’osso e l’acciaio si spezzano come fossero di ghiaccio,
e lasciano intorpidito il braccio del saracino.

11
Non appena Angelica, impaurita, vide
quale danno aveva provocato il colpo vigoroso di Rinaldo,
per la grande paura cambiò il colorito del viso,
così come lo cambia un condannato prossimo al supplizio;
ritiene quindi di non potersi trattenere oltre, se
non vuole essere fatta prigioniera da Rinaldo;
quel Rinaldo che le tanto odiava,
quanto da lui era infelicemente amata.

12
Volta il cavallo e nel fitto bosco
lo spinge al galoppo, attraverso un sentiero stretto e difficile:
volta spesso indietro il proprio pallido viso,
credendo di avere Rinaldo alle proprie spalle, al proprio inseguimento.
Nella fuga, non aveva ancora fatto molta strada
che incontrò, in una valle, un eremita,
con la barba lunga fino a metà del petto,
di aspetto devoto e venerabile.

13
Smagrito a causa dell’età e del digiuno,
se ne andava seduto su di un lento asinello;
sembrava, più di qualunque altra persona,
di coscienza scrupolosa e non disposta verso azioni malvagie.
Non appena l’eremita vide la bellezza elegante
della donna che gli si avvicinava,
la sua coscienza, sebbene fosse debole e poco vigorosa,
subito, per concessione divina, gli si ridestò.

14
Angelica chiese al fraticello di indicarle la strada
che la conduca ad un porto sul mare,
poiché vorrebbe scappare dalla Francia
così da non dover più sentire pronunciare il nome di Rinaldo.
L’eremita, che conosceva le arti magiche,
non cessò di confortare la donzella,
promettendole di sottrarla subito ad ogni pericolo;
infilò quindi una mano in tasca.

15
Tirò fuori un libro e fece un incantesimo;
non finì neanche di leggere la prima pagina
che subito fece comparire uno spirito con le sembianze di valletto,
a cui ordina ciò che vuole venga fatto.
Lo spirito maligno va, obbligato dalla formula magica,
dove i due cavalieri si trovavano, faccia a faccia,
nel bosco, e non per riposarsi all’ombra;
con grande coraggio si pone quindi in mezzo, tra di loro.

16
Disse: “Uno di voi mi faccia cortesemente capire,
quando anche dovesse uccidere l’altro, quale beneficio ne trarrebbe:
quale ricompensa avrete dalle vostre fatiche,
quando sarà finita la battaglia,
se il conte Orlando, senza litigi o duelli,
e senza avere neppure rotto una maglia della corazza,
verso Parigi sta conducendo la donzella
che vi ha spinti in questa dura battaglia?

17
A massimo un miglio da qui, ho incontrato Orlando
che, con Angelica, si stava dirigendo a Parigi,
ridendo di voi tra di loro, e prendendovi in giro
perché senza state litigando senza avere niente in palio.
Sarebbe forse meglio per voi, adesso che
non sono ancora più lontani, seguire le loro tracce;
poiché se Orlando a Parigi potrà farla sua,
allora non ve la lascerà più vedere.”

18
Avreste dovuto vedere i due cavalieri agitarsi
a quell’annuncio, tristi ed increduli,
chiamando sé stessi stupidi e ciechi,
per il fatto che il loro rivale si era preso gioco di loro a quel modo;
ed il prode Rinaldo precipitarsi verso il suo cavallo,
con sbuffi d’ira che sembravano originati da fiamme,
e giurare, per furore e sdegno,
che se avesse raggiunto Orlando, gli avrebbe strappato il cuore dal petto.

19
Si dirige velocemente dove il suo Baiardo lo aspetta,
si lancia sul dorso del cavallo e galoppa via,
senza dire addio a Sacripante, che lascia nel bosco
appiedato, senza nemmeno invitarlo in groppa al destriero.
Il forte destriero investe e distrugge,
spronato dal suo padrone, tutto ciò che gli ostruisce il passaggio:
fossati o fiumi o pietre o spini non possono
far deviare il cavallo dalla propria traiettoria.

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore accessi web