Footer menù

Parafrasi COMPLETA canto 2 (II) del poema Orlando Furioso

Parafrasi COMPLETA del Canto 2 (II) del poema Orlando Furioso – Prosegue la fuga della bella Angelica, che, dopo diverse vicessitudini, decide infine di proseguire il suo viaggio da sola per fare ritorno in patria.

Leggi il testo del canto 2 (II) del poema Orlando Furioso

1
Ingiustissimo amore, perché così raramente
vengono corrisposti i nostri desideri d’amore?
Poiché, malvagio, ti è spesso cosa tanto cara
volere che due cuori siano discordi dei sentimenti, l’uno ami e l’altro no?
Non mi lasci passare dove il guado è facile e l’acqua chiara,
ma mi spingi invece nel punto più profondo e scuro:
fai sì che io eviti colei che desidera il mio amore
mentre vuoi che adori ed ami colei che invece mi ha in odio.

2
Fai sì che Angelica appaia bella agli occhi di Rinaldo,
quando lui appare invece a lei butto ed indesiderato:
quando le lo amava e lo vedeva bello,
lui la odiava tanto quanto si può odiare.
Ora si addolora invano e si tormenta d’amore;
viene proprio ripagato con la stessa moneta:
Angelica lo odia, e l’odio che prova è tanto
da vorrebbe morire piuttosto che divenire sua.

3
Rinaldo, con molto orgoglio,
grida a Sacripante: “Scendi dal mio cavallo, ladro!
Non sono solito tollerare che mi venga sottratto il destriero,
ma, piuttosto, a chi ci vuole provare gli faccio pagare un caro prezzo:
ti voglio inoltre togliere anche questa donna;
poiché a lasciarla nelle tue mani si commetterebbe un grave errore.
Ad un cavallo tanto perfetto, ad una donna così meritevole
non credo convenga finire nelle mani di un ladro.”

4
“Tu dici una menzogna sostenendo che io sia un ladrone
(rispose Sacripante in modo non meno altezzoso):
chi dicesse ladro a te, lo direbbe
(a quanto io posso apprendere dalla tua fama) con maggiore veridicità.
Ora avremo la prova di chi, di noi due, sia
più meritevole della donna e del destriero;
benché, riguardo ad Angelica, con te mi trovo d’accordo
sul fatto che non esista altra cosa al monto tanto eccellente.”

5
Come sono soliti, a volte, due cani pronti ad azzannarsi,
mossi dall’invidia o da altra fonte di odio,
avvicinarsi, digrignando i denti,
con occhi torvi e rossi più della brace;
e quindi azzannarsi, accesi dalla rabbia,
con duro ringhio e con il pelo del dorso arruffato:
allo stesso modo, impugnate le spade, dopo le grida e le offese,
Sacripante e Rinaldo si gettarono l’uno sull’altro.

6
L’uno è a piedi, l’altro a cavallo: quale
vantaggio pensate possa avere il guerriero saraceno?
Non ne ha però in realtà nessuno; perché a cavallo
vale forse ancora meno di un paggio inesperto;
poiché Baiardo, per suo istinto naturale,
non voleva fare alcun torto al suo padrone Rinaldo:
né con le briglie e neanche con gli speroni, avrebbe potuto Sacripante
mai farlo, per sua volontà, muovere di un solo passo.

7
Quando crede di farlo avanzare, il destriero invece si blocca;
e se lo vuole trattenere, o galoppa o trotta:
infine si infila testa sotto il petto,
inarca la schiena ed inizia a scalciare a ripetizione.
Vedendo il saraceno che per domare questa
superba bestia non era il momento giusto,
pone le proprie mani sulla parte anteriore della sella
e salta in piedi alla sinistra dell’animale.

8
Non appena Sacripante si fu liberato, con un agile salto,
dall’ostinata furia di Baiardo,
ha inizio l’assalto, molto meritevole per le qualità in gioco,
molto energico, della coppia di cavalieri.
Risuonano entrambe le spade, ora con suoni gravi ed ora acuti:
in confronto, il martello del dio vulcano era più lento
nel cratere fumante dell’Etna, dove
batteva sull’incudine i fulmini di Giove.

9
Con affondi, finte e colpi di taglio, mostrano
di essere maestri del combattimento con la spada:
a volte li puoi vedere muoversi eretti, a volte rannicchiati,
ora in atteggiamento difensivo ed ora di attacco,
ora protendersi in avanti ed ora ritrarsi,
ribattere ai colpi dell’avversario ed ora andare a vuoto,
girandosi l’uno intorno all’altro; e se uno cede terreno,
l’altro subito avanza di un passo.

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore visite gratis
Segui la nostra pagina Facebook : se orlandofurioso.com ti è piaciuto, condividi l'esperienza!