Footer menù

Parafrasi canto 41 (XLI) del poema Orlando Furioso

30
Per il giorno della battaglia ogni guerriero
vuole avere indosso una veste nuova e riccamente ornata.
Orlando fa ricamare nella sua insegna
l’alta torre di Babele colpita dal filmine divino.
Oliviero vuole che gli venga ricamato un cane d’argento (fedeltà e
purezza d’animo) sdraiato a terra e con il guinzaglio sul dorso,
con una scritta che dica: “Fintanto che non arriva (la preda)”
e vuole che la veste sia d’oro e degna del suo valore.

31
Brandimarte si propose, nel giorno
della battaglia, per amore del padre morto,
ed anche per onorarne la memoria, di non presentarsi vestito
se non con una sopraveste scura e nera.
Fiordiligi la fece con un ornamento tutt’intorno
tanto bello e grazioso quanto lei era in grado fare.
L’ornamento era intessuto di ricche gemme:
tutto il resto era realizzato con un semplice tessuto nero.

32
La donna realizzò a mano le sopravesti
degne di accompagnarsi con le armi più preziose,
con le quali il cavaliere doveva coprire la propria armatura,
ed anche la groppa, il petto e la criniera del cavallo.
Ma il giorno in cui iniziò questa sua opera,
e andando avanti fino al giorno in cui la completò,
ed anche dopo, mai un accenno di sorriso
poté fare, o poté fare trasparire contentezza sul suo viso.

33
Ha sempre timore nel profondo del suo cuore, sempre
angoscia che le venga tolto il suo Brandimarte.
L’ha già visto coinvolto in cento diversi luoghi
ed in cento diverse grandi e pericolose battaglie;
ma mai, come in quel momento, una simile paura
le congelò il sangue e le fece impallidire il volto:
e questa stessa novità di provare paura
le fa tremare ancora di più il cuore.

34
Dopo che si sono armati ed attrezzati di tutto punto,
i cavalieri alzano le vele al vento.
Astolfo e Sansonetto rimangono a Biserta al comando
del grande esercito cristiano.
Fiordiligi, con il cuore trafitto dal dolore,
riempiendo il cielo di preghiere e di lamenti,
fintanto che la riesce a seguire con lo sguardo,
fissa le vele andare in quel profondo mare lontano.

35
Con grande fatica Astolfo e Sansonetto
riuscirono a farle smettere di fissare le onde,
e la riportarono al palazzo, dove su un letto
la lasciarono angosciata e tutta tremante.
Un vento favorevole conduceva intanto la bella e scelta
compagnia composta da quei tre valorosi cavalieri.
La nave andò dritta fino all’isoletta,
là dove doveva avere luogo quel conflitto tanto importante.

36
Scesi sulla spiaggia, Orlando, il cavaliere di Anglante,
suo cognato Oliviero e Brandimarte,
occuparono per primi con la loro tenda il lato ad Oriente; ma
lo fecero senza una precisa intenzione (avrebbero avuto il sole
alle spalle). Lo stesso giorno giunse anche Agramante,
e si accampò sul lato opposto, ad Occidente;
ma dal momento che l’ora era già troppo tarda,
rimandarono la battaglia all’alba del nuovo giorno.

37
Da entrambe le parti, sino a che non giunge la nuova luce,
i servitori armati stanno di guardia.
La sera Brandimarte va
là dove i saraceni hanno alloggio,
e parla, con il permesso di Orlando,
al re africano; perché erano stati amici in passato;
e Brandimarte sotto la bandiera
del re Agramante era arrivato in Francia.

38
Dopo i saluti e le strette di mano,
il cavaliere cristiano disse molte ragioni, molti motivi,
al re pagano, così come fa un amico,
del perché era meglio che non si arrivasse a quella battaglia:
e di consegnargli nelle mani ogni città che si trova
tra il Nilo ed il limite fissato dalle colonne d’Ercole, gli sarebbe stato offerto per volontà di Orlando, se solo era
disposto a battezzarsi, a credere in Cristo, figlio di Maria.

39
“Perché vi ho amato sempre ed ancora vi amo molto,
vi dono questo consiglio (gli diceva Brandimarte);
e dal momento che, signore, io stesso l’ho seguito (essendo
battezzato), potete ben credere che lo ritenga buono.
Cristo ho riconosciuto come vero Dio, non Maometto;
e desidero mettere anche voi sulla via dove sono io:
sulla via della salvezza, signore, desidero
che voi stiate con me e con tutti gli altri che amo.

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore accessi web