Footer menù

Idee regalo: consigli sui libri da regalare a Natale 2015

Cerchi un suggerimento per il prossimo Natale? Una idea regalo particolare che non possa lasciare delusi? Lasciati suggerire! Vai sul sicuro prendendo spunto dalla nostra accurata selezione di libri novità 2015, idee regalo particolari che non potranno non essere apprezzate:

  • LA FEROCIA di Nicola Lagioia La ferocia

    …la pesante barriera di foglie che separava la villa dalla gemella iniziò a scuotersi. Il gatto tese le orecchie, portò una zampina verso l’alto. Soltanto le falene continuavano indisturbate la loro danza nell’aria primaverile. Fu nello sfondo dell’impalpabile nuvolaglia grigio-verde che la ragazza fece il suo ingresso nel giardino. Era nuda, e pallida, e ricoperta di sangue. Aveva le unghie dei piedi laccate di rosso, belle caviglie dalle quali partiva un paio di gambe slanciate ma ...

  • UN GIORNO PERFETTO PER UCCIDERE di Mario Mazzanti Un giorno perfetto per uccidere

    “Elaji, ma sei sicuro?” Tutti in paese conoscevano Elaji Demba, e il carabiniere in servizio quella sera non lo aveva mai visto così sconvolto. “Magari si è fermata da un’amica…”. “Disparau, scomparsa ti dico! Abbiamo cercato lei dappertutto. Rama ha telefonato a sua amica di classe: questa mattina Ami non era in scuola!”. “Hai provato sul cellulare?” “Ami non ha cellulare”. “Senti Elaji, Ami ha un fidanzatino? Forse…” “Noo!”, ruggì Elaji sbattendo i pugni sul bancone. “Lei petit fille, è una bambina! Qualcuno ...

  • UNA LUNGA ESTATE CRUDELE di Gazzola Alessia Una lunga estate crudele

    A prima vista la stanza sembra una prigione e, al di là del condizionamento mentale di sapere che lì dentro c’è una cadavere, ha in sé qualcosa di orribile. L’ambiente è asciutto e soffocante e ha l’aria di essere incompiuto, perché per terra sono sparsi diversi mattoncini, come se a breve qualcuno dovesse elevare un altro pezzo di parete. E poi, in un angolo, i resti di qualcuno che, delle due l’una, o qui è morto, o ...

  • NON MI PIACI MA TI AMO di Cecile Bertod Non mi piaci ma ti amo

    «Vuoi tu, Sandy Price, prendere come tuo legittimo sposo il qui presente Thomas Clark per amarlo, onorarlo e rispettarlo, in salute e in malattia, in ricchezza e in povertà finché morte non vi separi?». Piomba il silenzio tra gli astanti. Un colpo di tosse inopportuno rimbalza dalle file in fondo. Tutti gli sguardi sono puntati su di lei e la risposta non sembra poi così scontata.

  • UN POSTO TRANQUILLO PER UN DELITTO di Barbara Sessini Un posto tranquillo per un delitto

    “Disdire il ristorante, annullare la cerimonia in Comune, cancellare l’ordine delle bomboniere”. «Marco, vuoi qualcosa mentre aspetti? Un po’ d’acqua?» «No, grazie Astolfi. Non riesco a mandare giù proprio niente». Il poliziotto aveva interrotto il flusso dei suoi pensieri. Fare elenchi delle incombenze pratiche che lo aspettavano era l’unica cosa che Marco avesse trovato per non crollare, per non presentarsi dal commissario completamente in lacrime. Aveva già dato spettacolo in aereo, non era riuscito neanche a trattenere i ...

  • LA SECONDA MEZZANOTTE di Antonio Scurati La seconda mezzanotte

    A Venezia, la notte tra l’8 e il 9 novembre del 2072 il mare entrò in laguna dai varchi aperti lungo i litorali, attraverso i sottopassi alberghieri, superando i cordoni litoranei, rigurgitando i fiumi e sormontando, infine, le difese murarie. L’onda si franse contro la facciata di Palazzo Ducale…

  • LA COLLERA DI NAPOLI di Diego Lama La collera di Napoli

    – Ne hanno trovata un’altra – disse Serra inarcando le sopracciglia. Il commisario rimase di stucco, come se avesse ricevuto uno scappellotto dietro la nuca. – Un’altra? E quando? – Questa notte, anzi, questa mattina, alle cinque: un pescatore ha visto il corpo sulla spiaggia. – Maledetta miseria! – urlò soffiando lontano il fumo del sigaro…

  • LA VITA PRODIGIOSA DI ISIDORO SIFFLOTON di Enrico Ianniello La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin

    Quando ero appena nato, avevo stretto gli occhi, i piccoli pugni blu per la tensione, avevo aperto la bocca e mi ero fatto rosso, come tutti i neonati. Ma non avevo pianto, eh no; avevo urlato, ma non avevo pianto. L’aria era entrata prepotente e senza invito nei polmoni non allenati, e io l’avevo ricacciata indietro con tutta la mia forza, ma non mi ero messo a piangere, non avevo fatto “nguè”. Avevo fatto “prì”. ...

  • NEMMENO LE GALLINE di Alessio Mussinelli Nemmeno le galline

    “Maledetto uccello”. Così esordì Guido Arcangeli la mattina del 20 giugno 1938. Sua moglie Angelina si girò nel letto senza proferir parola e trascinò con sé il lenzuolo. La défaillance del marito non le era parsa una tragedia. Anzi. Per una notte era stato un piacere dormire senza prestarsi agli obblighi matrimoniali. Guido si diede una grattata alla spala, intarsiata dalle righe del materasso, e infilò un paio di pantaloni e una canottiera. “Maledetto uccello”, fece ancora uscendo dalla ...

  • NON SONO UN ASSASSINO di Francesco Caringella Non sono un assassino

    Incontrai Giovanni il 3 dicembre 2014, alle sette e venti del mattino. Era un mercoledì. Avevo ricevuto una sua telefonata alle cinque. L’ultimo trillo era stato lacerante. Con gli occhi ancora chiusi ero riuscito ad agguantare la cornetta. Quella conversazione avrebbe cambiato la mia vita. Giovanni era sì mattiniero, ma non fino al punto di essere in piedi all’alba. Qualcosa doveva aver scombussolato il copione metodico delle sue giornate. Qualcosa di grave o, comunque, di molto strano…

  • COME DONNA INNAMORATA di Marco Santagata Come donna innamorata

    Lui non aveva capito, la sua poesia aveva intuito che Beatrice era un essere eccezionale. Non perché era bella, non perché brillava in società. Aveva intuito che la sua straordinarietà consisteva nel donare serenità, gioia, speranza, pace. Un dono che le era stato dato dal Cielo. Adesso che aveva saputo, comprendeva che il dono era anche una prova. Dio l’aveva eletta, ma le aveva imposto di splendere nel dolore e nel sacrificio. Nel modo arcano ...

  • L’ABBAZIA DEI CENTO DELITTI di Marcello Simoni L'abbazia dei cento delitti

    Sedeva in un angolo della stanza, all’unico tavolo presente. Le braccia ciondoloni, la testa piegata in avanti, il mento appoggiato sul ripiano. Dalla bocca socchiusa sporgeva la lingua, oltre il limite consentito. Era stata tirata fuori a forza e inchiodata con un pugnale sulla superficie di legno. Maledicendo la sorte, Maynard de Rocheblanche si avvicinò al cadavere per studiarlo alla luce della fiaccola. Non era la vista del macabro a turbarlo, ma il rammarico di ...

  • IL SENTIERO DEI PROFUMI di Cristina Caboni Il sentiero dei profumi

    Il profumo è il sentiero. Percorrerlo significa trovare la propria anima. … Il primo ricordo di Elena era il sole accecante della Costa Azzurra, il secondo una distesa infinita di lavanda. Verde e blu e rosa e lilla, e poi bianco e ancora e ancora… e poi c’era l’oscurità della bottega, quella dove sua madre lavorava china sui tavoli ricoperti da boccette di vetro e alluminio…

  • LA COMPAGNIA DELLA MORTE di Alfredo Colitto La compagnia della morte

    Seduto su una poltrona con lo schienale rigido e il cuscino troppo imbottito, tra il letto e la finestra, Sebastiano Filieri ansimò come se fosse lui quello in fin di vita, e non sua cognata Maria. Le parole che lei aveva appena pronunciato, nel delirio della febbre che se la stava portando via, lo aveva colpito come pugni allo stomaco, riaprendo una ferita che per otto anni si era sforzato di considerare guarita. Ma non era ...

  • TRE CADAVERI SOTTO LA NEVE di Franco Matteucci Tre cadaveri sotto la neve

    Lupo Bianco non riusciva a capire se fosse a testa all’ingiù, all’insù o messo in orizzontale. Immaginò che a Valdiluce fosse scattato l’allarme e ripassò mentalmente quello che stava accadendo. Tutti conoscevano la zona della valanga, ma individuarlo sotto la neve era come trovare un ago nel pagliaio. Il rilevatore gps inserito dentro i suoi scarponi avrebbe funzionato? Nel dubbio, non poteva mollare: doveva scavare un tunnel che lo portasse fuori…

  • PESTE di Alfredo Colitto Peste di Alfredo Colitto

    Rannicchiata al buio in un’aiuola del patio, Cecilia di Nola restò paralizzata dal terrore, sentendo le voci dei due uomini a pochi passi. … Uno era coperto di seta dalla testa ai piedi: giacca a falde svasate di seta rosa con ricami d’oro, camicia e calze di seta bianchissima, brache di seta grigia al polpaccio, scarpe lucide dalle fi bbie d’argento. L’altro era un uomo sulla sessantina, con una massa di capelli bianchi che sembravano la criniera ...

  • IL CACCIATORE DEL BUIO di Donato Carrisi Il cacciatore del buio

    .. Poi lui le posò una mano sulla guancia e lei capì che era giunto il momento. Si staccò da lui, sicura che Giorgio si sarebbe chiesto il perchè, forse immaginando un ripensamento. Stava per dirgli quel “ti amo” che aveva trattenuto per tutta la giornata. Ma invece di badare a lei, Giorgio si voltò lentamente verso il parabrezza. Quel gesto la punse nell’orgoglio, come se improvvisamente lei non meritasse la sua totale attenzione. Avrebbe ...

  • TRENT’ANNI… E LI DIMOSTRO di Amabile Giusti Trent'anni e li dimostro

    La ragazza ha un culo che assomiglia a un mandolino di teak, e indossa uni spaghetto di seta maculata che spaccia per mutanda. Sta rovistando nel frigo, tra un pezzo di formaggio non proprio fresco e un grappolo di pomodori, a caccia di una lattina di birra incollata alla parete rivestita di brina. La fisso, e mi trema una palpebra per la rabbia.

  • L’ORDINE DEL CARDINALE di Gianni Baleani L'ordine del cardinale

    È un giorno che disperavo di vedere. Il mio lavoro è finito è potrò gettare alle ortiche le fictioni di una vita a ogni apparenza honesta e finalmente dichiarare omne veritate: potrò trascurare la documentazione accumulata in tanti anni: le lettere, i preziosi manoscritti che ho rilegato per meglio serbarli, così pure i miei appunti stesi su fogli malandati. Li sigillerò in una cassa di rovere perché nulla sia negato a chi troverà le carte ...

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore visite gratis
Segui la nostra pagina Facebook : se orlandofurioso.com ti è piaciuto, condividi l'esperienza!