Footer menù

LE MELE DI KAFKA di Andrea Vitali

Titolo: Le mele di Kafka
Autore: Andrea Vitali
Genere: Romanzo
Pagine: 153
Editore: Garzanti
Acquista adesso Le mele di Kafka

Il libro:
Più corvo che prete.
Fu il pensiero dell’Abramo, con tutto il rispetto e senza aver condiviso l’immagine con la moglie, dopo che il prevosto lasciò la casa, quando ormai erano quasi le due e dopo essersi liberato del tragico fardello.
La conclusione era stata che se volevano vedere vivo l’Eraldo…
Insomma, vivo…
Aveva impiegato un bel po’ per arrivare a quel punto.
Quando era entrato aveva preso subito la strada della cucina, ormai fredda quasi come fuori.
Un colpo di tosse e poi via.
«Purtroppo…»
La Rosalba aveva cominciato a piangere quasi subito e l’aveva ascoltato con i gomiti appoggiati al tavolo e le mani intrecciate sulla faccia.
Il Ferrascini invece era stato uomo.
In piedi, serio.
Non aveva potuto fare a meno di tirare un sospiro di sollievo pensando al suo socio di bocce. Anche nel caso, non avrebbero certo mandato il prevosto ad avvisarlo, non a quell’ora.
Poi il prevosto aveva detto quella cosa.
Che se volevano vedere l’Eraldo ancora vivo… sì, insomma, vederlo prima che…
«Ci siamo capiti, no?»
S’erano capiti eccome, aveva pensato il Ferrascini. Voleva dire che nell’un caso o nell’altro, vederlo ancora vivo o quello che era, bisognava darsi da fare in fretta.
Partire.

Se i dottori svizzeri, che erano svizzeri mica per niente, gli avevano dato quarantotto ore al massimo…
«Non si sa mai», aveva ribattuto il prevosto.
Ed era stato a quel punto che il Ferrascini aveva pensato “più corvo che prete”.
Perché alla semifinale del campionato provinciale di coppa mancavano sette giorni e non poteva, non voleva, ma soprattutto non doveva saltarla per nessuna ragione al mondo…

In breve:
Abramo Ferrascini, quello della ferramenta di Bellano, è un giocatore di bocce. Come individuale non va bene, ma boccia come dio comanda e in coppia con un buon accostatore diventa imbattibile. È stato tirato su a puntino dal gestore del Circolo dei Lavoratori, Mario Stimolo, allenatore per passione e perché tre anni fa, nel 1955, prossimo a raggiungere la semifinale di un rinomato torneo tra province, ha perso il braccio destro sotto una pressa e perciò di giocare non se n’è più parlato.
Ora il Ferrascini ha nuovamente tutte le carte in regola per vincere le semifinali del Campionato provinciale in programma a Cermenate domenica prossima. Nuovamente perché già una volta ci è andato molto vicino, prima di rovinare tutto all’ultimo per una questione di donne che ha fatto saltare il suo compagno di bocce.

Questa volta sembra essere la volta buona… ma c’è un intoppo. Suo cognato, l’Eraldo, quello che vive a Lucerna, sta male. Quarantotto ore gli hanno dato i medici di là, svizzeri, precisi. E adesso la moglie di Abramo, Rosalba, vuole a tutti i costi raggiungere la sorella Fioralba, ma soprattutto dare all’Eraldo un ultimo saluto, magari un ultimo bacio.

Ma ce la faranno ad andare e a tornare in tempo per le semifinali?
Dipende. Se l’Eraldo muore entro martedì, mercoledì al massimo, si può fare.
Bon, via allora. Un’occhiata al 1100, olio freni gomme; carta d’identità rinnovata all’ultimo minuto; prima tappa il passo del San Bernardino, poi giù dritti fino a Lucerna: basta seguire i cartelli, anche se sono in tedesco, perché il nome di quella città lì si capisce lo stesso.

Le mele di Kafka mette in scena il meglio dei personaggi di Andrea Vitali. La loro voglia di vita, le loro piccinerie e le loro grandi passioni giostrano sulla partitura di una storia che in fondo ci vuole dire che la letteratura e i libri, nella vita, contano molto, a volte più di quanto vorremmo.

Un libro davvero piacevole da leggere, sospinto da capitoli molti brevi che spostano rapidamente la narrazione tra passato e presente, da un personaggio all’altro, senza mai confondere ma stuzzicando invece la curiosità del lettore coinvolgendolo in un puzzle davvero divertente.
Assolutamente consigliato!

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore visite gratis
Segui la nostra pagina Facebook : se orlandofurioso.com ti è piaciuto, condividi l'esperienza!