Footer menù

Sintesi per capitoli del romanzo I Promessi Sposi

SINTESI CAPITOLO 30
Agnese, Don Abbondio e Perpetua trovano rifugio nella casa dell’Innominato insieme a molte altre persone. L’uomo ha organizzato tutto affinché non si verifichino disordini all’interno del castello e non ci siano assalti da parte dei soldati. I giorni passano pertanto senza che nulla di straordinario accada. Qunado anche l’ultimo reggimento imperiale ha lasciato il territorio di Lecco, i tre personaggi fanno ritorno al loro paesello e trovano la distruzione: nulla è rimasto intatto e nessun oggetto di valore è rimasto nascosto ai soldati.
Il terrore della guerra non è ancora passato che subito se ne presenta uno nuovo ben peggiore: la peste.

SINTESI CAPITOLO 31
Come temuto, i Lanzichenecchi, portarono la peste nel territorio milanese. Furono molti gli errori umani che facilitarono il contagio: il tribunale della sanità si mosse in ritardo, le leggi tardarono ad essere emesse e soprattutto nessuno volle sentir parlare di peste. Inizialmente i decessi furono attribuiti a malattie generiche, si incominciò poi a parlare di febbre pestilenziale e solo molto dopo fu per tutti evidente la realtà, l’esistenza della peste. Riconosciuta la malattia, non vennerò comunque accettate le sue cause ed il popolo si convinse che all’origine ci fossero malefici e veleni.

SINTESI CAPITOLO 32
Cedendo alle richieste del consiglio dei decurioni e del popolo, il cardinale Federigo Borromeo acconsente a tenere una processione per portare in giro per la città la salma di San Carlo. Già il giorno successivo alla festa religiosa, grazie alle condizioni favorevoli al contagio, il numero di morti inizia ad aumentare paurosamente e la situazione precipita. La paura degli untori diviene pazzia, ed inizia così una vera e propria caccia alle streghe.

SINTESI CAPITOLO 33
Don Rodrigo ed il Griso si ammalano di peste: il tiranno, tradito dal suo servitore, viene condotto al Lazzaretto dai monatti, mentre il bravo muore quasi subito. Anche Renzo si ammala di peste ma riesce a guarirne, decide così di tornare nel territorio di Milano per avere notizie di Agnese e Lucia. Giunto al suo paesello, lo trova quasi completamente disabitato. Da Don Abbondio, anche lui guarito dalla peste, il giovane viene a sapere che Agnese si trova a Pasturo e decide così di recarsi direttamente a Milano.

SINTESI CAPITOLO 34
Renzo entra nella città di Milano e dopo un lungo cammino attraverso scene di desolazione, tristezza, dolore e morte, raggiunge il palazzo di don Ferrante e donna Prassede e viene a sapere che Lucia si trova al Lazzaretto. Additato come untore da una signora, è costretto ad utilizzare i carri guidati dai monatti per fuggire. Giunto infine al Lazzaretto, vi entra ed inizia la sua ricerca.

SINTESI CAPITOLO 35
Renzo entra nel Lazzaretto ed inizia a cercare l’amata. Trova però solo padre Cristoforo, che prima ne indirizza le ricerche (prima tra il gruppo dei guariti poi nella sezione delle donne) e poi lo porta nella capanna dove si trova Don Rodrigo in fin di vita. I due pregano per l’uomo e Renzo dona così il suo perdono a colui che è stato l’origine delle sue pene. Il giovane saluta infine il cappuccino per continuare la ricerca.

SINTESI CAPITOLO 36
Renzo cerca invano Lucia tra le persone guarite che lasciano il Lazzaretto. La trova infine in buona salute nella sezione dedicata alle donne: anche lei si era ammalata ma era poi guarita. I tentativi del giovane di convincere la ragazza ad abbandonare il voto sono inutili. Chiamato padre Cristoforo, è lo stesso religioso a sciogliere infine il voto con il consenso di lei ed i due giovani sono nuovamente promessi sposi. Renzo lascia infine il Lazzaretto per andare a cercare Agnese.

SINTESI CAPITOLO 37
Renzo lascia il Lazzaretto e va ad aggiornare Agnese sugli ultimi avvenimenti; va poi a comprare casa nel paese di Bortolo ed infine fa ritorno al paesello con la madre della promessa sposa. Lucia nel frattempo lascia anche lei il Lazzaretto e trascorre il resto della quarantena nella casa di lei.

SINTESI CAPITOLO 38
Tornata finalmente nel paesello anche Lucia ed avuta la certezza della morte di Don Rodrigo, don Abbondio unisce infine in matrimonio i promessi sposi. Renzo, Lucia ed Agnese si trasferiscono nel territorio di Bergamo ed i due giovani danno alla luce molti bambini, la prima dei quali viene chiamata Maria.

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore visite gratis
Segui la nostra pagina Facebook : se orlandofurioso.com ti è piaciuto, condividi l'esperienza!