Footer menù

SENILITA’ di Italo Svevo | Riassunto, analisi e commento

Leggi anche: Introduzione al romanzo

La trama:
Protagonista del romanzo Senilità di Italo Svevo è Emilio Brentani, un trentacinquenne scapolo che vive insieme alla sorella Amalia in un modesto appartamento nella Trieste di fine ottocento. Un umile impiegato in una compagnia di assicurazioni con una fama da intellettuale acquisita grazie ad un mediocre romanzo che ha fatto parlare ma non ha mai venduto. La vita dell’uomo è monotona e grigia, vissuta sempre in difesa, per evitare di esporsi direttamente, in una condizione di perenne senilità.

Il suo mondo è ridotto davvero ai minimi termini: oltre alla sorella Amalia, il protagonista frequenta una sola altra persona, Stefano Balli.
Amalia Brentani, è una figura dolce e delicata che vive ancora più appartata del fratello: il suo mondo è la sola casa ed è ad essa che lei dedica tutta se stessa. Tutte le sue attenzioni sono per il capofamiglia Emilio e per il loro nido; qualunque altro istinto, compreso quello amoroso, è stato totalmente sacrificato a questo fine. Anche la sua condizione di vita è quindi di senilità.
Stefano Balli è invece uno scultore artisticamente “fallito” che indirizza tutto il suo bisogno di compiacimento nel successo che ha con le donne (che però non sa amare) e nell’ammirazione che l’amico Emilio mostra nei suoi confronti.

La piatta vita del protagonista viene totalmente sconvolta da una giovane e bellissima donna, Angiolina Zarri. Emilio inizia a frequentarla spinto dal forte desiderio di essere finalmente lui a divertirsi almeno un volta nella vita (come ha sempre sentito raccontare da altri). Travolto in un vortice di avvenimenti che va ben oltre le sue capacità, risulterà però sconfitto una volta ancora, trascinando con se anche chi a lui è fortemente legato: Amalia, la cui vita dipende in tutto e per tutto da quella del fratello.

Emilio pensa che Angiolina sia una ragazza innocente, nonostante alcune voci che girano sul suo conto riguardo a relazioni amorose sospette. Si pone addirittura l’obiettivo di essere suo maestro di vita insegnandole a trarre il dovuto vantaggio dalla sua bellezza, ad usarla con furbizia con gli uomini per soddisfare tutti i propri desideri. Arriva così anche a suggerirle di trovarsi un marito ricco per poter essere poi pienamente liberi di godersi a vicenda. La sua volontà, lo chiarisce subito, è infatti quella di non legarsi a lei, di vivere veramente la relazione come un puro divertimento, un passatempo. Lei non sembra assolutamente sconvolta dalla proposta ma anzi la mette subito in pratica comunicandogli dopo pochi giorni di essersi ufficialmente fidanzata con un ricco sarto di nome Volpini. La disinvoltura della ragazza unita anche alla sua estrema vanteria (chiede a lui di dirle se gli uomini si voltano a guardarla) fanno vacillare le convinzioni del protagonista, ma solo per poco: prevalgono sempre le illusioni e subito tutto riprende come se niente fosse.

All’inizio la relazione tra Angiolina e Emilio ha un effetto positivo sulla sorella di lui, Amalia. La ragazza si interessa ai patimenti d’amore del fratello e può finalmente vivere in diretta una storia d’amore, conosciuta fino a quel giorno solo attraverso i romanzi. La situazione cambia però rapidamente. L’assenza da casa del fratello, il silenzio in cui lui si chiude quando il sentimento per Angiolina si trasforma in una ossessione dominata da una gelosia maniacale, mettono infatti la ragazza di fronte alla propria piena solitudine. Sente le mancanza dell’amore.

No comments yet.

Lascia un commento

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

contatore visite gratis
Segui la nostra pagina Facebook : se orlandofurioso.com ti è piaciuto, condividi l'esperienza!